Libri

Carl von Clausewitz (1780-1831), generale e scrittore militare prussiano, è citato con stima nei testi di Marx e Lenin, anche se non figura tra i fondatori del comunismo. Continua a essere ricordata ai nostri giorni la sua opera principale...
Sergio Rapetti, storico traduttore del dissenso russo, racconta i suoi incontri con i grandi scrittori, da Solženicyn alla Aleksievič.
Prima viene la storia. Nelle acque basse e limacciose del fiume South Anna galleggia il corpo decapitato di Isabel Ducharme, studentessa di una piccola università a Richmond, in Virginia. La testa perduta viene ritrovata subito, recapitata via posta in una...
Ma è proprio vero, che il tempo fugge via irreparabilmente? Che tutto inghiotte nel suo abisso, per usare una immagine cara a Seneca? Andrea Biscàro, con Spettri dal passato? Da Maratona al Petit Trianon e oltre (Graphe.it., 8 euro,...
Ha detto: faccio un tuffo e torno. E non è più tornato. È sparito; non per questo è sparita con lui la sua collezione. Di storie e di racconti. Dalla notte dei tempi alla contemporaneità. Quella della «ero», dei «pezzemmerda» e...
Un pezzo alla volta, Mario Calabresi, sta sistemando il mosaico dei nostri anni Settanta, tanto da sembrare un personaggio di un romanzo di J. R. Moehringer. Cerca le connessioni, ricostruisce le storie, e quando la violenza diventa insopportabile, scarta...
Il 9 maggio del 1997 la ventiduenne Marta Russo viene ammazzata da un colpo di pistola mentre passeggia assieme a un’amica all’interno della Sapienza di Roma. Chi ha sparato, e da dove? Mistero. Nelle indagini sono coinvolte anche la Digos e l’Antiterrorismo...
Qual è il libro italiano più tradotto al mondo? È la ricerca di Noemi Veneziani che vede al primo posto il capolavoro di Collodi. Dopo di lui, il Don Camillo di Guareschi e terzo "Il nome della rosa" di Eco.
È una lunga discesa agli inferi con destinazione Montesanto, la funicolare che ogni mattina dal Vomero traghetta Mina Settembre al consultorio dove lavora. Due fermate che collegano nella stessa città due mondi inconciliabili: sopra e sotto, giusto e sbagliato,...
C’era l’ossessione di dire la «spina della memoria», la geografia e la storia di un’origine di famiglia. Titolo: La riviera del sangue. Da un verso di Dante. Libro di visioni, di muri sbrecciati e curvature chiare di colline a...

SEGUICI

1,292FansLike

ULTIMI ARTICOLI